Tadao Ando - Vincitore del Premio Internazionale di Architettura Sacra 1996

La cappella della Luce
Kobe La cappella dell'Acqua

Il Premio Internazionale di Architettura Sacra Frate Sole, istituito con lo scopo di svolgere un'azione di sensibilizzazione e promozione nel campo della "chiesa costruita", viene attribuito all'architetto Tadao Ando.

Nelle opere architettoniche a carattere religioso della cappella sul monte Rokko a Kobe (1985-86), di quella sull'acqua a Tomamu (1985-88) e della chiesa della luce a Ibaraki (1988-89), costruite da Tadao Ando, appaiono evidenti e costanti contenuti di semplicità, di purezza di linee e di intensità mistica, particolarmente significativi per la connotazione dello spazio sacro.

L'emozione poetica, che distingue le opere di Tadao Ando, raggiunge un'alta comunicazione della presenza dello Spirito di Dio, attraverso il parsimonioso e sapiente uso dei rapporti tra spazio, superficie e luce.
È fonte di significativa emozione anche il modo in cui, nelle sue opere, il paesaggio e gli elementi naturali - piante, cielo, acqua - divengono operatori poetici nella costruzione del luogo sacro, dilatando così il messaggio architettonico verso un orizzonte cosmico.

Il Premio Internazionale di Architettura Sacra riconosce la validità artistica degli spazi sacrali di Tadao Ando come ambiti capaci di dare verità visibile all'atto interiore della preghiera.
Inoltre il Premio intende esprimere un orientamento per la ricerca architettonica, affinché i principi della semplicità, della rigorosità, della purezza e dell'armonia delle forme siano intesi come valori primari insostituibili.

Schizzo Kobe

Utilizzando il sito accetti implicitamente l'uso dei cookie per migliorare la navigazione e mostrare contenuti in linea con le tue preferenze. Leggi l'informativa completa